Ridley Scott parla dei sequel di Blade Runner e Prometheus

Il regista ha rilasciato interessanti dichiarazioni alla testata Metro.

Reduce dal successo al botteghino di Prometheus, prequel di Alien, Ridley Scott ha dichiarato: “Prometheus si evolve in un altro universo. Abbiamo la protagonista con la testa dell’androide David in un sacco che funziona ed ha un Q.I. di 350. Può spiegarle come riposizionare la testa sul corpo e lei dovrà pensarci a lungo perché, una volta che la testa sarà sul corpo, potrebbe essere pericoloso. Stanno cercando il paradiso ma potrebbe essere il posto più orribile e selvaggio. Chi sono gli Ingegneri?”

A proposito del sequel di Blade Runner: “Non sono voci, lo stiamo facendo. Ci sarà Harrison Ford? Ancora non lo so. E’ troppo vecchio? Beh, era un Nexus-6 per cui non sappiamo quanto a lungo possa vivere. Ed è tutto quello che posso dire.”